Ma se non pago le imposte cosa succederà?

By in
564
Ma se non pago le imposte cosa succederà?

Nel diritto tributario c’è una norma che tutela l’imprenditore quando succedono eventi così eccezionali che rendono impossibile il versamento delle imposte?

Vista la situazione di crisi che stiamo vivendo, chi non può pagare le tasse, considerato che la situazione attuale è:

  • eccezionale;
  • imprevedibile;

può essere sanzionato dal fisco in caso di mancato versamento delle imposte?

Finora i DPCM che si sono succeduti hanno fatto slittare le scadenze di qualche mese, ma ovviamente questo periodo è troppo esiguo e la ripartenza sarà più difficile del previsto e all’ imprenditore occorrerà più tempo per racimolare abbastanza liquidità per versare il dovuto all’ erario.

Il DL 472 del 1997 all’art.6 elenca le cause di non punibilità e al comma 5 troviamo che:

  • Non è punibile chi ha commesso il fatto per forza maggiore.

…. Inoltre…

L’ordinanza della Corte di Cassazione n.8175 del 31 marzo 2019 che tra l’altro è citata dalla Circolare n.8 dell’Agenzia delle Entrate corroborano la nostra ipotesi.

Tra i passaggi rilevanti dell’ordinanza della Corte di Cassazione è bene riportare:

“ la nozione di forza maggiore, in materia tributaria e fiscale, comporta la sussistenza di un elemento oggettivo, relativo alle circostanze anormali ed estranee all’operatore, e di un elemento soggettivo, costituito dall’obbligo dell’interessato di premunirsi contro le conseguenze dell’evento anormale, adottando misure appropriate senza incorrere in sacrifici eccessivi (si vedano: Corte giust., C/314/06, punto 24, nonchè Corte giust., 18 gennaio 2005, causa C-325/03 P, Zuazaga Meabe/UAMI, punto 25). Rilevano dunque non necessariamente circostanze tali da porre l’operatore nell’impossibilità assoluta di rispettare la norma tributaria bensì quelle anomale ed imprevedibili, le cui conseguenze, però, non avrebbero potuto essere evitate malgrado l’adozione di tutte le precauzioni del caso (Corte giust., 15 dicembre 1994, causa C-195/91 P, Bayer/Commissione, punto 31, nonchè Corte giust., 17 ottobre 2002, causa C-208/01, Parras Medina, punto 19).”

…. continua

“la forza maggiore si atteggia come una causa esterna che obbliga la persona a comportarsi in modo difforme da quanto voluto, di talchè essa va configurata, relativamente alla sua natura giuridica, come una esimente poichè il soggetto passivo è costretto a commettere la violazione a causa di un evento

  • imprevisto,
  • imprevedibile
  • irresistibile,

non imputabile ad esso contribuente, nonostante tutte le cautele adottate (Cass. sez. 5, 22/09/2017, n. 22153, cit., e Cass. sez. 6-5, 08/02/2018, n. 3049, cit).”

In conclusione

questa analisi non implica un liberi tutti,

nel senso che a giugno tutti sono giustificati a non versare le imposte all’ erario, ma bisogna valutare caso per caso.

Ci sono due casi:

  1. Paghi le tasse e mangi;
  2. Paghi le tasse ma NON mangi.

In questo periodo abbiamo:

  • attività che hanno comunque lavorato e addirittura raddoppiato i loro profitti rispetto agli anni passati;
  • ci sono altri che tamponano il colpo riuscendo a rimanere chiusi qualche mese;

in questi casi non vi può essere inerenza tra mancato versamento delle imposte dovute.

Questo è il caso in cui non vi è un sacrificio eccessivo;

se paghi le imposte mangi pure!

Allora…versi le imposte!

Ci sono, invece, molti imprenditori che facevano affidamento ai flussi che si sarebbero generati in questo periodo per poter adempiere alle future imposte, dal 30 giugno in poi, e che materialmente non ce la fanno,

in questo caso, a mio parere, se:

  • è un sacrificio eccessivo;
  • se paghi le tasse NON mangi,

ALLORA questa causa straordinaria della chiusura dell’attività mi autorizza a non versare le tasse se riesco a dimostrare un nesso tra l’evento covid e mancato pagamento delle imposte.

 

Ad ogni modo, per ogni problema esiste sempre una soluzione!

 

Per una consulenza puntuale non esitate a contattarci.

Corte di Cassazione n.8175 del 31 marzo 2019

DL 472 del 1997

Circolare n.8 dell’Agenzia delle Entrate

 

54321
(0 votes. Average 0 of 5)