Documento di valutazione del rischio "DVR" come comportarsi, vari casi!

By in
290

Secondo D.L. 81 del 2008 quando c’è la presenza di un collaboratore all’interno dell’organico, la nozione collaboratore è generica, infatti per collaboratore non si intende solo il dipendente ma anche un tirocinante, l’alternanza scuola lavoro, il praticante, un collaboratore che lavora all’interno dell’organico con partita iva, ecc., in tutti questi casi il DVR bisogna farlo!

Se l’attività è svolta dal solo imprenditore allora esso risponde solo di se stesso e non vi è nessun obbligo di redigere il DVR.

Nel caso in cui l’azienda già è in possesso del DVR come deve comportarsi?

Se l’azienda è già in possesso del documento di valutazione del rischio possono verificarsi due casi:

  • se nel dvr si era già fatto una valutazione del rischio biologico perché esso era un rischio effettivo dell’attività lavorativa, allora il rischio biologico bisogna solo rivederlo e integrarlo nelle parti mancanti.
  • se invece per l’attività esercitata non aveva rilevanza sul rischio biologico, dato che il rischio biologico da covid-19 è un rischio generico, sarà sufficiente aggiornare il DVR aggiungendo solo il protocollo di sicurezza aziendale in appendice.

Per qualsiasi dubbio non esitate a contattarci.

 

54321
(0 votes. Average 0 of 5)